VALERIA MARINI TESTIMONAL DELLA SCUOLA FUTSAL GRIFO A CUBA
 
Arzignano, 22/06/08. La bellissima bionda ospite ad Arzignano giovedì scorso
Valeria Marini, ad Arzignano giovedì scorso, testimonial di una scuola di futsal. Teatro dell'avvenimento la macelleria ed affini Damini. Il presidente Ghiotto informa che la scuola è attiva a Cuba, a Las Tunas, già da ottobre 2007; vi si allenano circa 120 ragazzi dagli 8 ai 14 anni. Lui e la squadra che presiede, andranno a Cuba in settembre. «Perchè Valeria?» chiediamo. «E' una persona sempre vicina al sociale e poi perché Alessio Sassi che ne cura l'immagine è un mio amico» spiega Ghiotto. «Ho accettato con molto piacere - ha detto Valeria - sono sempre presente in ogni iniziativa che sia favore e a sostegno di chi ha bisogno!»
Paola Frighetto
Il Gazzettino
 
DAL NAPOLI ARRIVA BAPTISTELLA AL GRIFO COME PRIMO ACQUISTO
 
Arzignano, 23/06/08. Un attaccante che quest'anno ha segnato 20 gol
Primo acquisto dell’Arzignano Grifo in vista della prossima stagione. Una notizia ufficializzata anche dal sito del Napoli dove i partenopei annunciano di aver ceduto ai vicentini l’universale brasiliano Clayton Baptistella, nato il 7 dicembre 1983. Al Grifo un arrivo a titolo definitivo di un giocatore che ha delle caratteristiche particolari soprattutto nel reparto avanzato. Quest’anno, nella regular season, ha segnato 20 gol. L’acquisto di Baptistella è importante in un ruolo dove in questo campionato l’Arzignano aveva dimostrato di avere le maggiori insufficienze. Per cambiare marcia, in vista del 2008/2009, era scontato che doveva concretizzare un pezzo pregiato sul mercato. Questo acquisto complica in particolare adesso la situazione del centravanti Fabrizio Amoroso, appena rientrato per fine prestito dal Giuriato Thiene, dove in serie B di quest’anno ha segnato una sessantina di reti. L’incontro fra il D.G. Lucio Solazzi e lo stesso Amoroso non non è andato a buon fine e la domanda contro l'offerta non ha trovato l'intesa. L’attaccante verrà ceduto dalla società biancorossa, non solo per questo motivo, ma come naturale conseguenza dell’arrivo di Baptistella in quel ruolo.
 
FINITO UN CICLO LA SOCIETA' E' AL LAVORO PER LA RIFONDAZIONE
 
Arzignano, 18/06/08. Unica certezza : la cessione di Schurtz al Napoli Barrese
FINITO UN CICLO LA SOCIETA' E' AL LAVORO PER LA RIFONDAZIONE Conclusa la stagione 2007/08 con il titolo di vice campione d'Italia la società biancorossa è già al lavoro per preparare le basi in vista del prossimo campionato, che sarà il settimo consecutivo in serie A1. Il presidente Ghiotto e il D.G. Solazzi stanno definendo i dettagli per i nuovi arrivi che verranno ufficializzati solo a partire dall'1 luglio. Per quanto riguarda il capitolo delle cessioni si stanno valutando parecchie richieste inerenti a diversi giocatori del calibro di Pinilla, Amoroso, Furlam, Bragaglia, Lanconi e Cuzzolino. Uniche notizie sicure sono la cessione dell'attaccante Edgar Schurtz al Napoli Barrese, neo promossa nella massima categoria e la scadenza del contratto di Sandrinho (nella foto con il presidente Ghiotto).
 
NELLA GARA-2 GLI ARBITRI NON VEDONO IL GOL DEL GRIFO SULLO 0-0
 
Arzignano, 09/06/08. Scudetto 07/08 alla Luparense. Doppietta di Cuzzolino
LUPARENSE-ARZIGNANO-6-2
GOL : p.t. 11’ Grana (L), 12’ Nuno (L), 19’ Nora (L); s.t. 5’ Maurinho (L), 9’ Cuzzolino (A), 12’ Nuno (L), al 14’ Cuzzolino su rigore (A), 18’ Grana (L)
LUPARENSE : Feller, Grana, Maurinho, Montovanelli, Jubanski, Nora, Salimi, Peixoto, Honorio, Vampeta, Nuno, Weber. All. Velasco
ARZIGNANO : Bragaglia, Tres, Marcio, Sandrinho, Cuzzolino, Pinilla, Furlam, Bearzi, Jonas. All. Polido
ARBITRI : Cumbo e Massini di Roma
NOTE : spettatori 1000 circa e tutto esaurito. Espulso Bearzi dell’Arzignano al 5’ s.t.
S. Martino di Lupari – Lo scudetto 2007/2008 è della Luparense. Il Grifo non recupera la sconfitta subita nella gara-1 di martedì scorso e nella possibile rivincita in casa dei padovani subisce il secondo ko consecutivo con l’identico punteggio di 6-2. Una partita che ha avuto comunque il suo momento addirittura decisivo sullo 0-0, quando al 9’ del primo tempo, è stato clamorosamente negato un nitido gol all’Arzignano. Un tiro dalla distanza del capitano Marcio che entrato in rete, è sbattuto sul muro e ha colpito poi la schiena del portiere Feller per uscire sul fondo. Per i due arbitri Massini e Cumbo di Roma e per il terzo uomo a bordo campo, nessuno di loro ha visto il gol validissimo dei biancorossi, concedendo solo una rimessa dal fondo per i padroni di casa ! E i replay mostrati dalla televisione hanno confermato che la palla era invece nettamente entrata in rete. Un errore incredibile, in una finale scudetto, davanti al tutto esaurito, che non ha precedenti. Forse un record. Un’indiscutibile sbaglio, sullo 0-0, che per molti è il segno indelebile di una gara falsata. E come ciliegina sulla torta, due minuti più tardi a questo “caso”, è stato concesso un tiro libero alla Luparense, sugli sviluppi di un fallo inesistente di Sandrinho, che ha permesso a Grana di sbloccare il punteggio per l’1-0. Da quel momento la Luparense ha potuto gestire la sfida con una certa supremazia, anche psicologica. Qualche errore di troppo in avanti e qualche leggerezza in difesa del Grifo hanno permesso ai padovani di andare al riposo sul 3-0. Da segnalare anche ben quattro tiri liberi sbagliati dai vicentini. Nella ripresa la musica non è cambiata di molto con i padroni di casa che non hanno mai lasciato spazio alla rimonta arzignanese. Da segnalare la doppietta personale del giovane argentino Cuzzolino nei due unici gol per il Grifo e l’espulsione di Bearzi. I “lupi” vincono 6-2 e si confermano campioni d’Italia.
 
GARA-2 DELLA FINALE CON IL GRIFO CHE CERCA IL MIRACOLO BERICO
 
Arzignano, 06/06/08. Inizio della partita alle 19 con diretta TV su Raisportpiù
Serve un Grifo stellare per ribaltare ogni pronostico della vigilia. Domenica sera, alle 19, c’è la gara-2 della finalissima scudetto in casa della Luparense e per rimettere tutto in gioco l’Arzignano ha solo che l’obbligo di una vittoria. Perdere la gara-1 di martedì scorso costringe la squadra di Polido a non avere alternative e in caso di successo, con qualsiasi risultato, ci sarebbe la “bella” martedì prossimo sempre in terra padovana. Alla Luparense invece basterebbe anche un pareggio per conquistare lo scudetto 2007/2008. Il Grifo è in formazione quasi di emergenza considerate le due squalifiche del difensore Danilo Lanconi e del laterale argentino Wilhelm, ma è vietato l’angolo delle giustificazioni. Arrivati al momento decisivo anche l’allenatore biancorosso potrebbe lasciare da parte per una volta qualche scelta discutibile e magari cambiarla, come per esempio rilanciare da titolare il giovane corridore Cuzzolino che nell’ultimo periodo, a sorpresa per tanti tifosi, non ha quasi mai giocato più di un minuto per ogni gara. La sua grinta e la sua voglia di riscatto potrebbero essere un’arma importante in una sfida del genere e per l’allenatore arzignanese una chance in più per poter giocare con il tutto per tutto. Nella Luparense è possibile il rientro del portiere titolare Feller che martedì scorso non c’era. Da S.Martino di Lupari intanto fanno sapere che c’è già il tutto esaurito e saranno circa un centinaio i supporters del Grifo pronti al possibile “miracolo” della trasferta. La società dell’Arzignano ha organizzato un pullman gratuito che partirà dalla stazione del centro alle 16.30, mentre sono disponibili ancora pochissimi biglietti per la tifoseria vicentina al prezzo di 10 euro. La partita verrà trasmessa in diretta Tv su Raisportpiù. Queste le probabili formazioni. LUPARENSE : Feller, Nuno, Nora, Vampeta, Honorio. All. Velasco. ARZIGNANO : Bragaglia, Marcio, Cuzzolino, Bearzi, Pinilla. All. Polido. ARBITRI : Massini e Cumbo di Roma.
 
PULLMAN GRATUITO PER I TIFOSI IN VISTA DELLA TRASFERTA DI LUPARI
 
Arzignano, 05/06/08. Partenza alla stazione di Arzignano domenica alle 16.30
La sconfitta nella prima partita della finale-scudetto con la Luparense è stato un colpo duro da incassare, ma ad Arzignano nessuno pensa che la sfida tricolore sia già finita. Domenica il TFL Grifo cercherà di ribaltare la sconfitta per portare i campioni d'Italia in carica alla "bella". Le condizioni per l'impresa sembrano essere lontane, ma i biancorossi in passato hanno già saputo stupire e anche per questo ad Arzignano i tifosi stanno riorganizzando le fila in vista di gara2 a San Martino di Lupari, convinti come sono che la loro squadra abbia ancora delle cartucce da sparare. In una nota diffusa dall’ufficio stampa del club si informa che i tagliandi disponibili per la partita di domenica a San Martino di Lupari sono circa un centinaio e verranno venduti già da oggi esclusivamente nella sede del Grifo in corso Matteotti ad Arzignano (tel. 0444.452709) al prezzo di 10 euro, prezzo stabilito dalla società padrona di casa. Il presidente del TFL Grifo Andrea Ghiotto metterà inoltre a disposizione dei tifosi un pullman gratuito che partirà dalla stazione in centro ad Arzignano alle 16,30.
Per chi raggiungerà San Martino di Lupari con mezzi propri, e sembra che saranno tanti, la società padovana sta studiando la possibilità di riservare ai sostenitori del Grifo una parte del parcheggio adiacente al palazzetto per evitare qualsiasi tipo di problema. Il fischio d'inizio è domenica alle 19.
 
NELLA GARA-1 DELLA FINALISSIMA IL GRIFO CEDE ALLA LUPARENSE 6-2
 
Arzignano, 04/06/08. E domenica mancheranno Lanconi e Wilhelm squalificati
ARZIGNANO-LUPARENSE-2-6
GOL : p.t. al 12’ Honorio (L), al 16’ Mourinho (L); s.t. al 1’ Nuno (L), al 2’ Marcio (A), al 13’ Vampeta (L), al 14’ Honorio (L), al 16’ Pinilla (A), al 19’ Vampeta (A)
ARZIGNANO : Bragaglia, Tres, Marcio, Wilhelm, Sandrinho, Bizzarri, Cuzzolino, Pinilla, Furlam, Bearzi, Jonas, Thiago. All. Polido
LUPARENSE : Peixoto, Grana, Mourinho, Montovanelli, Jubanski, Nora, Halimi, Villalba, Honorio, Vampeta, Weber, Nuno. All. Velasco
ARBITRI : Maestroni di Varese e Giacomin di Mestre
NOTE : spettatori 1500 circa. Ammoniti Wilhelm, Sandrinho e Jubanski
Arzignano – Mezzo scudetto è della Luparense. Nella gara-1 della finalissima, giocata al PalaTezze, i padovani hanno battuto il Grifo con un secco 6-2 mettendo una seria ipoteca per la conquista del tricolore. Per la trasferta di domenica prossima, in casa dei “lupi” nella gara-2, l’Arzignano sarà chiamato solo alla vittoria. E servirà un miracolo considerato che i biancorossi dovranno fare a meno di due giocatori squalificati che saranno Lanconi, alla seconda giornata di stop forzato dopo il cartellino rosso subito con il Napoli e Wilhelm, che in preda alla diffida è stato ammonito con la Luparense. Il rammarico del tecnico Polido per questa sconfitta non può essere così vistoso, considerata la lampante superiorità dimostrata dai campioni d’Italia, puntuali su ogni intervento e dotati di intesa e di continui schemi per quasi l’intera partita. E’ stato soprattutto nel primo tempo che i padovani hanno meritato il successo. Il Grifo ha portato un esclusivo pericolo dalle parti di Weber, colpendo un legno con Pinilla al 6’, dopodiché è stata egemonia ospite. Su un quasi contropiede Honorio ha siglato l’1-0 in mischia al 12’ e quattro minuti più tardi, al 16’, Mourinho ha segnato il 2-0 sugli schemi di un calcio d’angolo. Nella ripresa l’Arzignano è tornato in campo con più “spinaci” dentro, ma è stata solo una alternata fiammata d’orgoglio. Pesante il 3-0 di Nuno, in apertura di secondo tempo, che ha un po’ defalcato le energie. C’è voluta una prodezza del capitano Marcio, al 2’, con un tiro irraggiungibile all’incrocio dei pali, per tentare la riscossa con il gol del 3-1. Qualcosa di rabbia c’era in più e forse sarebbe stato tutto riaperto se Sandrinho non avesse sbagliato una rete clamorosa, a porta vuota, dopo aver saltato il portiere Weber. Una errore madornale che il Grifo ha pagato qualche azione dopo con il 4-1 di Vampeta e il successivo 5-1 di Honorio. Polido ha provato il portiere volante, ma pochi minuti erano rimasti da giocare. Pinilla ha trasformato il gol del 5-2 al 16’ e verso lo scadere è toccato a Vampeta il compito del definitivo 6-2 per la Luparense. Unica vera nota positiva della serata, il grande pubblico di Arzignano, con oltre 1500 spettatori sempre vicini alla squadra vicentina.